12.1 C
Comune di Trani
martedì, Dicembre 7, 2021
Home Notizie Emergenza-urgenza: siglata la Carta di Riva. Una convergenza di visione di tutti...

Emergenza-urgenza: siglata la Carta di Riva. Una convergenza di visione di tutti gli stakeholders

In 13 punti, ritenuti “imprescindibili per il cambiamento del Sistema”, tutte le realtà dell’Emergenza Urgenza hanno voluto riassumere i passi necessari che la politica deve compiere se non vuole fallire l’obiettivo di avere un unico ed efficiente sistema emergenza, omogeneo su tutto il territorio nazionale.

La Carta è stata firmata ieri sera, al termine della prima densissima giornata del Congresso Nazionale Emergenza Urgenza che ha visto tutte le realtà dell’emergenza dialogare con i rappresentanti delle istituzioni: in apertura la senatrice Mariastella Gelmini, presidente della comunità del Garda (in collegamento), e l’Assessore Raffaele Donini, Coordinatore della commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Donini ha da subito richiamato l’importanza di un dialogo aperto tra le istituzioni e tutte le realtà del sistema emergenza: “Partiamo – ha detto Donini – dalle criticità notate nella tenuta complessiva, per superarle con un intervento strutturale. La pandemia ha dimostrato che il sistema dell’emergenza è centrale nel servizio sanitario”.

Sul tavolo, insieme ai DDL ad oggi pubblicati, e alle istanze dei protagonisti del sistema, alcuni tra i più pregnanti dati dell’indagine sul sistema 118 Italia (in allegato) realizzata da SIEMS (Società Italiana Emergenza Sanitaria) e SIIET (Società Italiana Infermieri Emergenza Territoriale). Dati, quelli raccolti nelle 110 province del Paese, che la senatrice Anna Maria Parente, Presidente della XXII Commissione permanente Igiene e Sanità, ha definito “inquietanti”. Ne emerge infatti una realtà i cui elementi essenziali – dalla composizione dell’equipe sui mezzi di soccorso all’applicazione di protocolli per la somministrazione da parte degli infermieri di farmaci salvavita, alla formazione del personale – è talmente disomogenea da non poter garantire un sistema sanità omogeneo sul territorio.

Proprio in mattinata, la senatrice Paola Boldrini, Vicepresidente della 12a Commissione permanente Igiene e Sanità, aveva auspicato che dal Congresso uscisse una voce univoca, espressione di tute le professionalità del sistema e il senatore Gaspare Marinello, membro della stessa commissione, aveva sottolineato la richiesta d’aiuto che il mondo della politica rivolge ai professionisti e volontari del settore. E così è stato:

“tutti gli stakeholders si sono espressi in maniera chiara e univoca sui temi contenuti in questa Carta – afferma Andrea Andreucci, Infermiere, Presidente del Congresso – . Al termine della prima giornata, che ha avuto indirizzo essenzialmente politico, viene sottoscritto un documento che mira ad una riforma sostanziale del sistema , in tutte le sue parti. Per la prima volta, in modo coeso il mondo del professionismo e quello del volontariato, unitamente ai sindacati, sono riusciti a trovare una convergenza di visione che auspichiamo sarà raccolta dai decisori polirtici, che oggi ci hanno espresso la loro disponibilità e la necessità di un confronto”.

IN ALLEGATO, LA CARTA DI RIVA ( a cui si è aggiunta anche la firma di CIVES) e un estratto della Survey “Sistema 118 Italia”

INFORMARE PER FORMARE

Sclerosi Laterale Amiotrofica – “Casa Serena” del 11/06/2019

Gli infermieri dell'OPI BAT in questa puntata si soffermano a parlare di un argomento molto importante, la presa in carico di pazienti con una...

ARICOLI RECENTI

Sospensione per 197 infermieri per mancata attivazione della PEC

L’OPI della provincia Barletta Andria Trani procederà nei prossimi giorni alla sospensione di 197 infermieri sprovvisti di un indirizzo di posta elettronica certificata. La PEC...

L’ordine degli infermieri replica l’evento sull’emogasanalisi i prossimi 25 novembre e 9 dicembre

A seguito dell’inevitabile battuta d’arresto conseguente alla pandemia l’Ordine delle Professioni Infermieristiche della BAT riprende l’attività formativa in presenza riservata a infermieri, infermieri pediatrici...

OPI BAT avvia corsi di esecutore BLS-D per infermieri e infermieri pediatrici

Dopo l’inevitabile battuta d’arresto conseguente alla pandemia l’Ordine delle Professioni Infermieristiche della BAT riprende l'attività formativa riservata a infermieri e infermieri pediatrici. "Il nostro progetto...

OPI Bari BAT e Taranto organizzano un evento formativo su Infermieristica nell’area SALUTE del PNRR

La proposta italiana del PNRR, il Piano nazionale di ripresa e resilienza è stata approvata dalla commissione europea. Lo scopo del piano è quello di...