12.1 C
Comune di Trani
giovedì, 2 Aprile, 2020
Home Comunicato Ordine Infermieri BAT, Papagni: "Tomasicchio ignora le dinamiche della macchina dei soccorsi"

Ordine Infermieri BAT, Papagni: “Tomasicchio ignora le dinamiche della macchina dei soccorsi”

L’ordine delle Professioni Infermieristiche della BAT, ente sussidiario dello stato in tutela della salute di tutti i cittadini di questa provincia esprime profondo rammarico per quanto esternato dal consigliere comunale tranese di opposizione Emanuele Tomasicchio.

L’intrepido avvocato/consigliere comunale attraverso il suo profilo Facebook scrive: “Ora in piazza della Repubblica una signora investita da un’auto. È in stato di shock …e l’ambulanza non arriva ! Deve arrivare ancora da Andria. Emiliano, Direttore della ASL e Sindaco : Vergogna! E le vostre promesse ? L’ambulanza è arrivata da Andria dopo 20 minuti : naturalmente il medico non l’ho visto...”.

L’allarmismo lanciato da Tomasicchio – dichiara il presidente OPI BAT Giuseppe Papagni – evidentemente già in campagna elettorale, non solo danneggia i cittadini e gli operatori sanitari tutti ma mette in evidenza le sue scarse conoscenze sull’intera catena dei soccorsi“.

Un commento avventato tipico di chi ignora alcune dinamiche importanti come la sanità e la macchina dei soccorsi che nel caso specifico sono stati efficienti ed efficaci consentendo alla donna di ricevere il giusto soccorso nei tempi previsti (cioè 20 minuti). L’avvocato consigliere anziché creare allarmismo avrebbe dovuto elogiare l’operato degli operatori sanitari (soccorritore, autista soccorritore e infermiere) intervenuti, che seppur senza medico a bordo, hanno svolto in modo professionale ed impeccabile l’intervento di soccorso.

Ringraziamoconclude Papagni – pertanto il direttore generale della ASL BT, dott. Alessandro Delle Donne che nel suo intervento ha giustamente rassicurato i cittadini della BAT, mettendo in evidenza l’operato del personale infermieristico perfettamente in grado di gestire le situazioni di emergenza. Personale infermieristico formato con corsi specifici che ne attestano la loro professionalità in un settore critico come quello dell’emergenza.

Un commento avventato che crea allarmismi inutili e che purtroppo innesca (inconsapevolmente) un clima di sfiducia verso le istituzioni che a volte sfociano in episodi di violenza verso gli operatori sanitari.
Invitiamo Tomasicchio e tutti i politici al senso di responsabilità a cui dovrebbero ispirarsi prima di imbattersi in commenti spiacevoli che non rendono un buon servizio ai cittadini“.

INFORMARE PER FORMARE

Incidenti domestici (prima parte) – “Casa Serena” del 19/02/2019

Gli incidenti domestici rappresentano un problema di grande interesse per la sanità pubblica e di rilevanza sociale per l’impatto psicologico che hanno sulla popolazione...

ARICOLI RECENTI

#INFERMIERIPERCOVID: in 9.448 hanno risposto alla chiamata. Ora nessuno li lasci soli

In 9.448 hanno risposto “ci sono” alla chiamata della Protezione civile per dare supporto, aiuto e collaborazione professionale ai colleghi delle zone d’Italia dove...

Infermieri per COVID: Parte la task force per intervenire nelle zone più colpite

E’ stata avviata la procedura per l’integrazione dell’unità medico specialistica già selezionata dal Dipartimento della Protezione Civile e che sta operando a supporto delle strutture sanitarie regionali...

Le richieste degli infermieri di Bari, BAT e Brindisi sull’emergenza COVID-19: “Necessario eseguire i tamponi a tutto il personale sanitario”

“E’ necessario eseguire i tamponi al fine di individuare, in maniera precoce, gli infermieri e gli altri operatori sanitari positivi al COVID-19 ed evitare...

Infermieri: “Un trattamento da parte dello Stato e di molte Regioni inversamente proporzionale al nostro contributo”

“Gli infermieri stanno dando tutto, anche la salute nell’emergenza COVID-19 e tutti lo riconoscono, per primi i cittadini. Ma dallo Stato, nonostante le citazioni...